Logo dell'ateneo

Ingegneria Meccanica dei Materiali

Corso di Laurea magistrale

La capacità di sviluppare nuovi materiali e migliorare la performance di quelli esistenti è una delle chiavi del progresso scientifico e tecnologico ed è anche il cuore di questo corso di studi. I nostri allievi hanno dimostrato che, grazie alle approfondite conoscenze sia nel campo dell’ingegneria meccanica sia in quello dei materiali, sono in grado di realizzare prodotti innovativi, sfruttando il connubio tra aspetti progettuali, selezione/sviluppo dei materiali e ottimizzazione del processo produttivo.

Fabio Bignotti, Università degli Studi di Brescia
Perché studiare Ingegneria Meccanica dei Materiali all’Università degli Studi di Brescia? 
  • Molto di ciò che un ingegnere realizza dipende dai materiali che ha a disposizione e dalla conoscenza delle loro proprietà, così da poterne ottimizzare l’impiego.
  • L’accoppiamento di un’approfondita conoscenza dei materiali ingegneristici e di solide basi di ingegneria meccanica consente una formazione altamente interdisciplinare che rende possibile la scelta tra sbocchi professionali estremamente differenziati.
  • Indagini ufficiali condotte a 12 mesi dalla laurea evidenziano per i laureati in Ingegneria meccanica dei materiali non solo un elevato tasso di occupazione e un buon grado di soddisfazione professionale ma anche l’inserimento in ambiti lavorativi che rispecchiano le competenze accademiche acquisite.

Durata: 2 anni

Modalità di ammissione: Verifica dei requisiti curriculari e di personale preparazione, come definiti dal Regolamento didattico del corso di studi

Frequenza: Libera

Sede: Brescia

SBOCCHI PROFESSIONALI

Gli ambiti professionali tipici per i laureati magistrali in Ingegneria meccanica dei materiali sono quelli della gestione degli impianti di produzione dei materiali o della loro trasformazione in beni di consumo; dell’utilizzo dei materiali nella progettazione dei manufatti industriali, così da garantire la fattibilità dei processi produttivi che portano ai manufatti finiti; della conoscenza di processi e impianti con i quali i materiali sono trasformati dalla materia prima fino ai prodotti finiti, di cui possono controllare la qualità. I laureati magistrali in Ingegneria meccanica dei materiali trovano occupazione nelle aziende per la produzione e trasformazione dei materiali metallici, polimerici, ceramici, vetrosi e compositi, per applicazioni nei campi chimico, meccanico, elettrico, elettronico, delle telecomunicazioni, dell’energia, dei
trasporti, dell’edilizia, biomedico, ambientale e dei beni culturali. Ulteriori sbocchi professionali sono i laboratori industriali e centri di ricerca e sviluppo di aziende ed
enti pubblici e privati.

PROSEGUIRE GLI STUDI

Master di II livello e Dottorati di ricerca