Logo dell'ateneo

Ingegneria Informatica

Corso di Laurea magistrale

Dalle tecnologie più evolute di Web&Data Engineering ai sistemi ad agenti intelligenti, dalla robotica al machine learning, conoscere l’informatica approfonditamente significa capire le tecnologie sempre più avanzate che pervadono il mondo in cui viviamo ed acquisire la capacità di dare un contributo determinante al loro sviluppo. Se sei affascinato da queste tematiche, desideroso di apprendere le tecnologie informatiche più recenti e, soprattutto, appassionato di futuro, il Corso di laurea in Ingegneria Informatica ti offre l’opportunità di trasformare le tue aspirazioni in realtà.

Pietro Baroni, Università degli Studi di Brescia
Perché studiare Ingegneria Informatica all’Università degli Studi di Brescia?

Per poter intraprendere la professione di Ingegnere Informatico, molto richiesta sul mercato del lavoro nazionale e internazionale e con elevato potenziale di progressione di carriera sia di natura tecnica sia di natura direzionale, poiché nella società moderna l’ingegnere informatico gioca un ruolo chiave nel realizzare qualunque progetto di innovazione.

  • Per acquisire avanzate competenze tecniche e scientifiche in un’area stimolante e in continua evoluzione, il cui sviluppo ha rivoluzionato e continua a rivoluzionare il funzionamento sia della società e della vita di ogni giorno sia del mondo lavorativo.
  • Per completare la propria preparazione ottenuta nel Corso di laurea triennale sulle tematiche di informatica più avanzate e recenti, che sono richieste per l’accesso ai ruoli professionali di elevata qualificazione e al mondo della ricerca e sviluppo.

Durata: 2 anni

Modalità di ammissione: Verifica dei requisiti curriculari e di personale preparazione, come definiti dal Regolamento didattico del corso di studi

Frequenza: Libera

Sede: Brescia

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il laureato magistrale è in grado di svolgere attività in:

  • imprese di progettazione e realizzazione di prodotti e sistemi informatici;
  • imprese di servizi (in campo finanziario, sanitario, tecnologico, culturale, ecc.);
  • aziende che utilizzano strumenti informatici complessi e innovativi nei processi produttivi, gestionali e commerciali;
  • imprese operanti nel settore manifatturiero e di processo;
  • pubbliche amministrazioni centrali e periferiche;
  • centri di ricerca e di ricerca e sviluppo in ambito pubblico e privato che operino in settori innovativi nell’ambito dell’ingegneria informatica.
PROSEGUIRE GLI STUDI

Master di II livello e Dottorati di ricerca