Logo dell'ateneo

Civil and Environmental Engineering

Corso di Laurea magistrale

È bello vedere l’entusiasmo degli studenti, italiani e stranieri, che si aprono ad un’esperienza internazionale, che dal percorso formativo universitario continua spesso con esperienze di lavoro che guardano anche oltre i confini. Non vogliamo favorire la “fuga di cervelli”, ma rafforzare il prestigio internazionale dei nostri studenti, che sono la chiave di questo progetto e saranno la classe dirigente del nostro paese

Maurizio Tira, Università degli Studi di Brescia
Perché studiare Civil and Environmental Engineering all’Università degli Studi di Brescia?
  • Per avere una solida formazione sui temi avanzati dell’ingegneria civile e ambientale, sulla progettazione degli edifici a basso consumo energetico e ad alta sicurezza rispetto al rischio sismico ed idrogeologico, sull’organizzazione e gestione dell’ambiente e del territorio e sulle valutazioni di impatto ambientale.
  • Per poter frequentare in Italia un corso con insegnamenti offerti in lingua inglese che trattano temi con una prospettiva internazionale.
  • Per poter condividere l’esperienza universitaria con docenti e studenti provenienti da diversi paesi del mondo.
  • Per aprire le proprie prospettive professionali ad un mondo in rapida evoluzione, con attività professionali sempre più di livello internazionale.

Durata: 2 anni

Modalità di ammissione: Verifica dei requisiti curriculari e di personale preparazione, come definiti dal Regolamento didattico del corso di studi

Frequenza: Libera

Sede: Brescia

Sbocchi professionali

Gli ambiti professionali del laureato nel Corso di laurea magistrale Civil and Environmental Engineering sono legati alle seguenti attività, presso Amministrazioni pubbliche, imprese, Enti pubblici e privati e studi professionali:

  • progettazione e gestione delle opere idrauliche e della difesa del territorio, degli impianti di recupero/trattamento e smaltimento di acque reflue e rifiuti, dei sistemi di approvvigionamento idropotabile, dei sistemi di trasporto urbani ed extraurbani e del rilevamento ambientale, da svolgere in maniera autonoma e anche in modo innovativo;
  • pianificazione, programmazione e progettazione urbanistica e territoriale alle diverse scale, nonché valutazione di piani, progetti e impianti tecnologici;
  • progettazione e gestione del recupero edilizio, sia delle testimonianze storiche sia dell’edilizia di bassa qualità anche recente, e di rigenerazione urbana alle diverse scale;
  • direzione, tecnico-amministrativa e tecnico-commerciale, di elevato livello.
Proseguire gli studi

Master di II livello e Dottorati di ricerca