Logo dell'ateneo

Giurisprudenza

Corso di Laurea magistrale a ciclo unico

C'è una falsa idea dei corsi di laurea in Giurisprudenza: molti li considerano percorsi di studio in cui il sapere teorico e libresco è l'anima degli insegnamenti, ma il diritto regola i rapporti umani e insegnare diritto significa entrare nelle dinamiche che reggono questi rapporti, in Italia, come in Europa, come nel mondo. I nostri studenti queste cose le sanno perché quotidianamente ci sforziamo di dare loro una conoscenza delle regole che sia anche comprensione della loro costruzione e capacità di interpretazione e il teeatro di questa conoscenza è il mondo, grazie anche ai numerosi incontri internazionali che organizziamo.

 

Luciana Guaglianone, Università degli Studi di Brescia
Perché studiare Giurisprudenza all’Università degli Studi di Brescia?
  • Perché fornisce una solida cultura giuridica, nazionale ed internazionale che apre prospettive di conoscenza che consentono di diventare consapevoli “giuristi europei”.
  • Perché si articola in un percorso di studi che intende fornire adeguate conoscenze degli aspetti istituzionali ed organizzativi degli ordinamenti giudiziari; nonché gli strumenti per il continuo aggiornamento delle proprie conoscenze e competenze nel campo giuridico. Perché questo corso insegna il diritto utilizzando moltissimi approcci metodologici che mescolano le tradizionali modalità di insegnamento teorico con quelle basate sullo studio dei casi, con quelle che propongono la partecipazione alla risoluzione di casi concreti come tecnica di apprendimento.
  • Perché consente di svolgere professioni di grande importanza sociale, quali quelle di Avvocato, Magistrato e Notaio, ma anche di impegnarsi in altre attività. La capacità di analisi, di valutazione e di decisione che si acquisiscono durante il corso di studi in Giurisprudenza si rivelano fondamentali per ricoprire funzioni di elevata responsabilità nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto comparato, comunitario e internazionale, oltre che nelle organizzazioni internazionali.

Durata: 5 anni

Modalità di ammissione: Test orientativo

Frequenza: Libera

Sede: Brescia

Sbocchi professionali

I laureati del Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza possono indirizzarsi alle professioni legali e alla magistratura, ma anche ad attività e funzioni di elevata responsabilità nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica, ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell’informatica, nel settore del diritto comparato, comunitario e internazionale, oltre che nelle organizzazioni internazionali.

Proseguire gli studi

Scuola di specializzazione per le Professioni legali, Master di II livello e Dottorati di ricerca