Logo dell'ateneo

Consulenza aziendale e libera professione

Corso di Laurea magistrale
Perché studiare Consulenza Aziendale e Libera Professione all’Università degli Studi di Brescia?
  • Permette di acquisire approfondite ed evolute competenze nell’ambito di aree professionali che assumono forte rilevanza a supporto delle scelte decisionali dell’impresa: scelte di governance, responsabilità sociale, amministrazione, pianificazione strategica, programmazione e controllo della gestione, controllo interno e gestione dei rischi, finanza aziendale, valutazione delle performance, operazioni straordinarie, processi di ristrutturazione, revisione.
  • Gli sbocchi professionali sono molteplici, in quanto le competenze acquisite sono presenti e indispensabili in tutte le realtà economiche, private e pubbliche, profit e non profit, finanziarie e non finanziarie.
  • È possibile scegliere tra due curricula: quello in Libera professione, che fornisce le conoscenze per entrare nel mondo della professione contabile e per lavorare nell’ambito della consulenza aziendale a supporto delle imprese e delle altre organizzazioni economiche;  quello in Controllo di gestione, che prepara lo studente interessato ad occupare posizioni di responsabilità nell’amministrazione e nel controllo delle imprese.
  • Ci si può avvalere della Convenzione stipulata tra l’Università degli Studi di Brescia e l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, che consente di svolgere il tirocinio in concomitanza con il corso di studi magistrale e che permette di ottenere l’esonero dalla prima prova scritta dell’esame di Stato.

 

Durata: 2 anni

Modalità di ammissione: Verifica dei requisiti curriculari e di personale preparazione, come definiti dal Regolamento didattico del corso di studi

Frequenza: Libera

Sede: Brescia

Sbocchi professionali

Il corso di laurea magistrale consente una pluralità di prospettive occupazionali, interne ed esterne alle varie classi di imprese e di istituti economici. In particolare, i laureati possono:

  • ottenere solide basi per lo svolgimento dell’attività di Dottore Commercialista ed Esperto Contabile, secondo le modalità previste dalla riforma della professione;
  • svolgere l’attività di consulente aziendale su tematiche connesse alla governance, alla responsabilità sociale, all’amministrazione, alla pianificazione strategica, alla programmazione ed al controllo di gestione, alla finanza, oltre che supportare le imprese in fase di ristrutturazione o interessate da operazioni straordinarie anche a carattere internazionale;
  • occupare posizioni di rilievo nell’ambito: della direzione Amministrazione, controllo e finanza delle imprese (private e pubbliche, profit e non profit, finanziarie e non finanziarie); del risk management e della compliance, dell’internal auditing, delle investor relations e della comunicazione finanziaria e socio-ambientale;
  • operare nell’ambito delle società di revisione, consulenza e assurance;
  • assumere posizioni di rilievo nelle istituzioni  che supportano le imprese e gli altri istituti economici (associazioni di categoria, enti di ricerca, enti di sviluppo e di indirizzo delle attività economiche, organismi consultivi territoriali), con particolare riferimento alle specifiche competenze maturate.
Proseguire gli studi

Master di II livello e Dottorati di ricerca